italian english french

Seminari e Incontri Individuali di Yoga Cosmetico, secondo il Metodo Balavidya

Un corpo è bello se appare sano e giovane. E' la mobilità di una persona che determina l'età: un anziano si riconosce dalla rigidità dell'incedere. La flessibilità richiede un lavoro che viene da dentro, ma che si vede anche fuori. Balavidya interviene con incontri individuali o cicli di seminari di Yoga Cosmetico sui seguenti temi:

Cosmesi delle Gambe
Rientro dell'Addome
Ritonificazione dei Glutei
Riequilibrio di Petto e Seno
Pratiche di risveglio di Viso, Occhi e Mento
Rigenerazione di Braccia e Spalle


Per ottenere risultati visibili sono necessari moduli di 4 incontri su ogni argomento, integrabili con argomento correlato (petto e viso, petto e braccia, bacino e petto, gambe e glutei, pancia e glutei, pancia e gambe, bacino e viso). Alla fine dei singoli moduli le partecipanti avranno imparato una serie di esercizi personalizzati  da continuare a praticare a casa da sole.
Nei box sotto trovate qualche nota sui principi di lavoro.
101311201152011.jpg
Lo stile di vita sedentario è insalubre. La pelle del viso femminile tende a asciugarsi e a segnarsi davanti allo schermo di un computer. La posizione seduta porta deviazione del bacino e chiusura della zona lombare che causa coliti e dolori mestruali e pesantezza nelle gambe, gonfiore del ventre e cedimento dei glutei. L'inarcamento della zona dorsale, pone i muscoli pettorali in una posizione antigravitazionale che può ridurre il volume del seno, o renderlo ipotonico. L'inclinazione della cervicale è la responsabile di “pappagorge” e rilassamento dei muscoli del collo, oltre a accentuare le borse sotto gli occhi. La digitazione sulle tastiere porta ipertonia alla parte bassa delle braccia - anche con lesioni a mani e polsi - ma ipotonia alla parte alta delle braccia. L'atteggiamento posturale che si tiene sul lavoro è una allenamento profondo e continuo che non si riesce a contrastare per quanto ci si sottoponga a esercizi massacranti. La ristrutturazione del nostro corpo deve partire dall'interno: da uno stile di vita più sano, ma anche dallo scheletro, da come sono organizzate tra di loro ossa e articolazioni, riportandole nel corretto assetto, imparando a allenare i muscoli profondi e attenuare le tensioni di quelli superficiali, che causano cellulite, gonfiori e ristagni.
Si può fare con esercizi semplici, che non richiedono sforzo, ma comprensione delle dinamiche interne dell'organismo, intelligenza, ascolto, precisione e anche un pizzico di costanza: non tanto “nell'esercitarsi”, che sarebbe inutile, perché qualsiasi allenamento non potrà mai compensare il “controallenamento” delle otto ore al giorno passate alla scrivania. Ma adottando alcuni accorgimenti nella vita quotidiana. Sfruttando la nostra vita stessa, e facendola diventare il nostro strumento di rigenerazione anziché di consunzione.
 
101412201132421.jpg

Cosmesi delle Gambe

L'inclinazione scorretta del bacino porta le cosce a ipersvilupparsi in avanti per sopperire alla funzione di sostegno che il bacino, nella sua deviazione, non può più espletare. Da qui, i gonfiori e la classica forma “a gianduiotto”, che rende la forma della gamba pesante e tozza. Perché il muscolo torni asciutto e affusolato, non bisogna allenarlo ancor di più, ma liberarlo dal carico del bacino e riprendere forza nei piedi. Le cosce andranno prima alleggerite, poi allungate, infine rinforzate, ma nella corretta posizione.

Rientro dell'Addome

L'eccessivo inarcamento lombare porta a chiudere le anche, a perdere l'elasticità delle articolazioni del bacino e a spingere l'addome in fuori: cosa che fa sembrare di avere la pancia”, anche quando non sussiste sovrappeso. In più, l'addome, spinto in fuori, si contrae, rende la digestione difficile e si gonfia, aumentando di volume. E non è solo un problema estetico. In questo stato di cose, si verificheranno disagi intestinali e ginecologici. Piacevoli esercizi di respirazione, apertura e rielasticizzazione delle articolazioni interne del bacino, riporteranno l'addome in asse (con conseguente pancia piatta) e insegneranno a essere più sciolte nell'incedere e nella danza.
101412201112302.jpg
101412201129371.jpg

Ritonificazione dei Glutei

Il bacino deformato dalla posizione seduta, porta il fondoschiena a sollevarsi verso l'alto. I glutei perdono la loro funzione di sostegno e la possibilità di mantenersi elastici e naturalmente allenati dal loro rapporto con la gravità. Lavorando sui piedi e sull'inclinazione di colonna e perineo (il suo sostegno) li riporteremo nella corretta inclinazione e li sentiremo automaticamente rassodarsi e riplasmarsi da sé.

Riequilibrio di Petto e Seno

Tensione e irrigidimento del tratto dorsale portano lo sterno a incassarsi e inclinarsi in avanti. Il seno scende e viene nascosto dalla posizione. Appare una taglia o due più piccolo di quello che è. Il primo lavoro sarà quello di riportare in asse la colonna, cosa che porterà a migliore anche la funzione digestiva e i dolori alle scapole; poi si procederà a sfruttare la gravità per sviluppare questa parte e in molti casi a aumentarne il volume.
101412201115022.jpg
101412201121461.jpg

Pratiche di risveglio di Viso, Occhi e Mento

Tensioni alla mandibola, verticalizzazione e raccorciamento del collo portano i muscoli del viso a penzolare nel vuoto, cosa che già di per sé porta gonfiore e ipotonia. Ma in più, gli sforzi eccessivi delle parti in contrazioni portano ristagni che si vanno a convogliare sotto gli occhi, sotto il mento e agli angoli della bocca, dando quell'effetto detto “bull dog”. Lungo e difficile sarà il lavoro di riequilibrio di testa e collo, ma verrà aiutato da esercizi periferici tonificanti di zigomi, sopracciglia, narici, occhi e mandibola.

Rigenerazione di braccia e spalle

La parte alta delle braccia tende a rilassarsi verso il basso a causa delle contrazioni a spalle clavicole e scapole. Le spalle si sollevano verso le orecchie e ruotano all'interno, le braccia perdono il collegamento con il resto del corpo e devono reggersi da sé. La loro forza va tutta nelle spalle, contraendole ulteriormente, con dolori e lesioni conseguenti (periartriti) a discapito dei muscoli della parte alta, quelli in prossimità dell'omero che si raccorciano e spurgano, aumentando il classico gonfiore vicino all'ascella. Ma anche la loro posizione stessa, tende a comprimere la massa molle contro la gabbia toracica, facendole apparire più grandi e goffe di quanto in realtà siano. Un lavoro di ristrutturazione della arte alta, migliorerà salute e aspetto.      
101412201128262.jpg