italian english french
092504201124541.jpg

Dai Tredici ai Vent'anni

Il corpo e l'individuo si formano. La vita in questa fase è una ricerca, una sperimentazione, una gioia, un entusiasmo, un'esaltazione delle possibilità che può cadere nello sconforto più nero, nella disperazione, nella negazione della vita stessa. Proprio come Balavidya.

Il Corpo strumento di Indagine

Gli allievi di questa fascia di età, che hanno bisogno di misurasi con la vita, di sfidarla e combatterla nel fango. Niente e nessuno può dare le risposte che ognuno di noi cerca, in nessuna situazione e a nessuna età. Solo fornire loro gli strumenti di indagine può aiutarli a ritrovarsi da sé. Lo Yoga non è morale, ma Centro. Niente è giusto, o sbagliato, se porta a realizzare quello che si sta cercando. Il respiro è la base del controllo emotivo. I muscoli profondi quella dell'equilibrio, così mutevole in un corpo ancora in crescita.
092505201133402.jpg
092505201134221.jpg

Una Pratica Mirata

Un corpo giovane ha bisogno di una pratica intensa e energica, possibilmente più giorni a settimana; è privo di problemi articolari, quindi può andare a scandagliare il repertorio delle posizioni più avanzate, al limite dell'acrobatico. Conta di più l'aspetto di sfida e di sperimentazione dei propri limiti, che non quello riabilitativo, visto che l'unico danno che possono aver subito nei loro pochi anni di vita è un "arrugunimento" da studio e da computer. Anche la loro disponibilità di tempo è maggiore, rispetto a quella di un adulto con impegni famigliari e professionali. Quella economica, invece è inferiore. La pratica  ideale per loro è di due ore, nel pomeriggio (il momento migliore per il bioritmo del corpo) a un prezzo agevolato. Gli esercizi a due, a tre e di gruppo sono fondamentali, come lo è l'amicizia fra coetanei in questa età.

Una Professione Possibile

Iniziare giovanissimi può far sì che Balavidya diventi la propria professione futura. Il mondo dello Yoga è ormai  inflazionato da adulti che, arrivati a un certo punto della vita, decidono di improvvisarsi insegnanti di Yoga, con una preparazione insufficiente a affrontare la didattica.  Lo Yoga è un percorso lungo, che va assimilato e sedimentato, come il lavoro sul corpo. Solo chi ha davanti a sé molto tempo e una struttura articolare ancora in formazione potrà sviluppare una sensibilità corporea tale da poter praticare in modo non superficiale e poter essere d'aiuto agli altri. Un adolescente ha ancora un corpo intatto, una capacità di apprendimento viva, una maturità umana che lo rende consapevole delle sue scelte. Il momento migliore, dunque per iniziare per sé; ma ancor più in un'ottica professionale.
092505201125362.jpg

Corsi per il 2011

I gruppi di lavoro sono ancora in formazione. Chi è interessato è pregato di mettersi in contatto prima possibile con me. La fascia oraria potrebbe essere dalle 17 alle 1850; il giorno il mercoledì. Ma si possono formare anche altri gruppi su richiesta.